Il Leone di Lucerna

Il monumento del Leone di Lucerna è una scultura di pietra gigante che commemora la perdita di vita al Palazzo Tuileres di Parigi. Un reggimento di mercenari svizzeri aveva fatto parte della famiglia reale di Francia. Proteggevano il re Luigi XVI e la sua famiglia quando i rivoluzionari attaccarono il palazzo nel 1792, l’Insurrezione di 10 agosto. Il re e la famiglia reale si sono rifugiati con l’Assemblea legislativa, ma gli svizzeri hanno combattuto con coraggio. Quando gli svizzeri erano pieni di munizioni, furono superati. Più di 600 sono stati uccisi e altri duecento sono morti per le loro ferite o sono morti in prigione.

Il monumento al leone è stato disegnato da Bertel Thorvaldsen (1770-1884), scultore danese nel 1819 mentre rimase a Roma, Italia. Un muratore di pietra di Constance (Germania meridionale) chiamato Lucas Ahorn ha fatto l’effettivo scolpito del leone in pietra arenaria nel 1821. La scultura è alta 20 piedi e 33 piedi di lunghezza. È scavata nel fianco di una vecchia cava di roccia che è stata utilizzata per costruire la città di Lucerna nel corso degli anni. Il leone sta morendo dalla lancia che è impalato. Sotto di esso è uno scudo con il fleur-de-lis, che è il segno del re francese. C’è anche un altro scudo con lo stemma svizzero. I nomi degli ufficiali che hanno combattuto e morti sono scolpiti nella roccia, insieme al numero di soldati feriti e uccisi.

Il Leone si trova nella sua tana nella faccia perpendicolare di una scogliera bassa – perché è scolpito dalla roccia viva della scogliera. La sua dimensione è colossale, il suo atteggiamento è nobile. Come la testa è inchinata, la lancia spezzata sta attaccandosi in spalla, la zampa protettiva poggia sui gigli della Francia. Le viti cadono giù per la scogliera e si innalzano nel vento, e un flusso chiaro scorre dall’alto e si svuota in uno stagno alla base, e nella superficie liscia dello stagno si specchia il leone, tra le gigli d’acqua. Circa intorno sono alberi verdi e erba. Il posto è un angolo di boschetto riparato e riposante, lontano dal rumore e dalla confusione – e tutto questo è adatto, perché i leoni muoiono in tali luoghi, e non su piedistalli in granito, in piazze pubbliche recintate da ferro battuto. Il Leone di Lucerna sarebbe impressionabile ovunque, ma in nessun posto così impressionante come dov’è.

Ero su un giro in autobus e siamo stati portati a vedere il monumento del leone, come la guida del tour lo chiamò. Sono rimasto sorpreso dalle bellezze dei monumenti, dato che la vecchia cava di roccia era stata trasformata in un memoriale sereno. Il momento WOW è venuto quando sono arrivato a casa e ho fatto qualche ricerca per scoprire l’origine del monumento e quale fosse il suo scopo. Tanti soldati svizzeri hanno perso la vita semplicemente facendo il loro dovere. La maggior parte dei soldati erano dalla città di Lucerna, quindi la necessità di ricordare il loro coraggio nella guardia del re francese.
Svizzera, Lucerna, Il Leone di Lucerna

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *